Lun12222014

Last updateVen, 28 Nov 2014 7am

Back Sei qui: Home Progettazione Bandi Bandi attivi Bandi Bandi scaduti Azioni orientate verso l'educazione alla legalità (scad. 10-2-2013)

Bandi attivi

Azioni orientate verso l'educazione alla legalità (scad. 10-2-2013)

regione

Con decreto 11568 del 6/12/2012, è stato emanato il bando per l'assegnazione di finanziamenti per la realizzazione di iniziative di interesse regionale in materia di educazione alla legalità.

Tipologie di interventi:

 Tipologia A - Progetti;

 Tipologia B - Borse di studio e Tesi di Laurea

PROGETTI: TIPOLOGIA A

BENEFICIARI: Associazioni, con particolare riferimento ai soggetti iscritti nei registri di cui alla legislazione regionale sull'associazionismo e sul volontariato, istituti di ricerca, istituti universitari, istituti scolastici di ogni ordine e grado con particolare riferimento agli istituti di formazione professionale ed alle scuole edili operanti nel territorio regionale, enti locali e relative forme associative, camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura, associazioni delle categorie economiche ed imprenditoriali, rappresentanze della Chiesa cattolica, in particolare gli oratori, rappresentanze delle associazioni o degli enti di culto con i quali lo Stato ha regolato i rapporti, ai sensi degli articoli 7 e 8, comma 3, della Costituzione. Le Associazioni, le Organizzazioni di volontariato devono prevedere nel loro statuto la finalità di svolgimento di attività di educazione alla legalità, affermazione dei diritti umani e civili, ovvero altri scopi coerenti con le finalità della l.r. 2/2011,nonché avere già svolto su tali tematiche attività progettuali nell’ultimo quinquennio, allegandone la relativa documentazione. Per beneficiare dei contributi gli istituti scolastici devono aver previsto nel proprio piano degli orientamenti formativi uno specifico programma di attività e allegarne documentazione che comprovi il possesso di tale requisito

PROGETTI AMMISSIBILI I progetti devono essere sviluppati ed attuati nel territorio della Regione Lombardia. Obiettivi dei progetti da attuare: diffondere la cultura della legalità e della convivenza civile anche attraverso il sistema formativo, con particolare attenzione alle problematiche della fascia più giovane della popolazione quali i fenomeni del bullismo e delle devianze giovanili e alla responsabilizzazione parentale anche favorendo la produzione e lo svolgimento di attività di tipo culturale e di spettacolo, compresa la realizzazione di software e giochi didattici; contribuire all'aggiornamento degli insegnanti, educatori, assistenti sociali e del mondo del volontariato finalizzato a fornire metodologie e strumenti per la sensibilizzazione di ragazzi e giovani sul tema della legalità e della lotta alla criminalità organizzata con particolare riferimento alla fascia giovanile di 16/18 anni; svolgere attività di ricerca, documentazione, informazione e comunicazione anche mediante la ricognizione di attività progettuali esistenti in Lombardia sul tema dell’educazione alla legalità, della fedeltà fiscale e della lotta alla criminalità organizzata e coinvolgere il mondo universitario favorendo l’elaborazione di tesi di laurea sul tema della legalità, per la realizzazione di incontri formativi nelle scuole lombarde nonché per l’istituzione di specifiche borse di studio sul tema della legalità; ampliare la formazione ed informazione, anche ai fini di prevenzione, rivolta agli operatori economici, lavoratori ed imprenditori, di ogni settore di attività nonché a coloro che frequentano corsi di formazione professionale con particolare attenzione alle scuole edili sul fenomeno delle infiltrazioni mafiose nel sistema economico-finanziario lombardo e sulla presenza della criminalità organizzata e al mondo degli appalti, anche mediante la valorizzazione di esperienze generate sul territorio; favorire la valorizzazione della funzione sociale ed educativa, nell'ambito dell'educazione alla legalità, svolta dalla Chiesa cattolica, dalle associazioni o dagli enti di culto con i quali lo Stato ha regolato i rapporti ai sensi degli articoli 7 e 8, comma 3, della Costituzione; sensibilizzare la cittadinanza sul significato della giornata regionale del 21 marzo sull'impegno contro le mafie e in ricordo delle vittime; sostenere gli enti locali e relative forme associative al fine di promuovere iniziative formative per i propri dipendenti e per le proprie comunità riguardo la conoscenza dei fenomeni illegali e mafiosi.

BORSE DI STUDIO E TESI DI LAUREA: TIPOLOGIA B

BENEFICIARI: Istituti Universitari con sede legale in Lombardia e che abbiano corsi di laurea inerenti tematiche sulla legalità e lotta alla criminalità organizzata. INTERVENTI AMMISSIBILI Attività di ricerca collegate a borse di studio e tesi laurea inerenti tematiche specifiche di educazione alla legalità

IMPORTO DEL FINANZIAMENTO REGIONALE E SPESE AMMESSE

A RIMBORSO Per i progetti di tipologia A è previsto un cofinanziamento per un importo massimo pari a € 30.000,00 (trentamila/00) e minimo pari a € 10.000,00 (diecimila/00). Il finanziamento regionale non sarà in ogni caso superiore all’80% dell’importo effettivamente sostenuto, rendicontato e quietanzato (IVA ed altri oneri inclusi).

Per la tipologia B - Borse di studio o Tesi di laurea, il contributo massimo è di 5.000,00€ per ogni singola richiesta

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO

Per la presentazione della domanda è necessario utilizzare la modulistica allegata al bando. Non sono ammesse domande presentate utilizzando diverse modalità o diversa modulistica.

TERMINI PER LA PRESENTAZIONE La domanda, con la documentazione richiesta, deve pervenire entro 60 giorni dalla pubblicazione sul B.U.R.L. del bando.

COMUNICAZIONE DELL’AVVENUTA AMMISSIONE AL CONTRIBUTO

Ai beneficiari del contributo verrà data comunicazione scritta entro 90 giorni dal termine di scadenza della presentazione della domanda.

TERMINI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PROGETTO

Il progetto di cui alla tipologia A deve essere concluso entro non oltre quattro mesi dalla sottoscrizione dell’atto di adesione al cofinanziamento. Le attività connesse alla Tipologia B borse di studio o tesi di laurea devono essere realizzate non oltre sei mesi dalla sottoscrizione dell’atto di adesione

Vai al sito