fgaGiuseppe A. Micheli

Edizioni della Fondazione Giovanni Agnelli, 2008 - pp. XIV-143

Per quali motivi i giovani posticipano l'entrata nella vita adulta? Perché rinviano l'uscita dalla casa dei genitori, la formazione di una coppia stabile, la nascita di un figlio?

A questi interrogativi si risponde in genere enumerando le sfavorevoli contingenze materiali che scoraggiano le giovani generazioni. Ma affidarsi a questa sola chiave di lettura può essere riduttivo, o persino fuorviante.

Dietro i condizionamenti economici opera sempre il filtro degli stati d'animo, capaci di accelerare o sospendere lo stesso processo di formazione delle scelte. Ma a loro volta gli stati d'animo di crisi sono innescati non da singole transitorie difficoltà, quanto piuttosto dal cronicizzarsi delle prospettive di precarietà.

Per uscire dallo stallo occorre senz'altro favorire la diffusione di condizioni materiali che rendano più agevole l'emancipazione delle giovani generazioni, ma anche ridisegnare l'architettura complessiva (tempi, luoghi, relazioni) delle forme della riproduzione sociale, ricostruendo un clima fiduciario che maggiormente predisponga al mettersi in gioco.

Micheli_-_Dietro_ragionevoli_scelte.pdf