Avviso per il finanziamento di progetti di clown terapia (Scad. 2.02.2009)

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 24 dicembre 2008 l'Avviso per il finanziamento di interventi a carattere sperimentale finalizzati al sostegno agli organismi del Terzo Settore impegnati in attività di clown terapia, con il quale il Dipartimento per le Pari Opportunità intende promuovere interventi destinati a bambini che vivono la difficile situazione dell'ospedalizzazione.

 

 

Soggetti presentatori: ODV, Assoc. di Promozione Sociale, Terzo settore, ONG

Presentazione: Quali soggetti proponenti singoli, o quali capofila di soggetti raggruppati, sono ammessi gli Organismi del Terzo Settore legalmente costituiti ai sensi della vigente normativa, non aventi scopo di lucro, che abbiano tra le proprie finalità la realizzazione di attività di clown terapia in favore di minori. I soggetti ammessi a finanziamento dovranno inoltre necessariamente possedere la qualifica di ONLUS, art. 10 e seguenti del D.Lgs. 4 dicembre 1997, n. 460.

Oggetto: Obiettivo del presente Avviso consiste nel promuovere interventi finalizzati ad un miglioramento dell'assistenza a minori ospedalizzati, sostenendo attività di clown terapia. Saranno finanziate le azioni di seguito indicate e volte a progettare e/o sviluppare nuovi interventi. L'avviso prevede il finanziamento di tre diverse linee di intervento:

- Linea 1: attività di clown terapia presso strutture ospedaliere;

- Linea 2: Percorsi formativi in clown terapia;

- Linea 3: azioni di comunicazione e sensibilizzazione sulle attività di clown terapia.

Saranno ammessi a valutazione progetti della durata massima di 12 mesi a decorrere dalla data dell'atto di concessione del finanziamento. Ogni soggetto, singolo o associato, potrà presentare progetti su una o più linee di intervento;

Ogni soggetto, sia in qualità di capofila che di partner, pena l'inammissibilità delle relative domande, potrà presentare un solo progetto per linea di intervento.

Per maggiori dettagli sulle azioni ammissibili si veda l'art. 6 del Bando.

Cofinanziamento:
Per ogni linea di intervento il contributo del Dipartimento per le Pari opportunità potrà coprire le spese fino al 90% del costo totale del progetto presentato. Il proponente, pertanto, dovrà garantire un cofinanziamento almeno pari al 10% .

Altri vincoli economici:
Il contributo massimo per ciascun progetto, è il seguente:

- Linea di attività 1: euro 175.000,00;

- Linea di attività 2: euro 67.500,00;

- Linea di Attività 3: euro 18.000,00.

Detti massimali sono riferiti alla quota finanziabile dal dipartimento per le Pari Opportunità ed è, quindi, possibile presentare progetti che prevedano un costo complessivo superiore, con l'onere di attestare con idonea documentazione il residuale finanziamento in proprio o da parte di altro ente che non deve essere, comunque, inferiore al 10% del costo totale del progetto.

Scarica la modulistica dal sito Dipartimeno per le Pari Opportunità