blobdocIl 18 febbraio 2009 è stato pubblicato il Terzo e quarto rapporto del Governo sulla condizione dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia.

Il testo è il frutto della stretta collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Politiche della famiglia, il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, il Ministero degli Affari Esteri - Comitato Internazionale sui Diritti Umani (CIDU), l'Osservatorio Nazionale per l'Infanzia e l'adolescenza e il Centro Nazionale di Documentazione e Analisi per l'infanzia e l'adolescenza (CNDA).

Il rapporto, che l'Italia è tenuta a predisporre periodicamente, in base a quanto previsto dall'articolo 44 della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo, illustra lo stato di attuazione del documento internazionale - approvato a New York il 20 novembre 1989 e ratificato dal nostro Paese con legge 27 maggio 1991 n. 176 - e dei due relativi Protocolli opzionali, riguardanti il coinvolgimento dei bambini nei conflitti armati e le misure di lotta contro la vendita di bambini, la prostituzione e la pornografia infantile.

Il documento, adottato dal Comitato interministeriale per i diritti umani sulla base della bozza approvata dall'Osservatorio nazionale per l'infanzia e l'adolescenza, esamina i principali strumenti legislativi, amministrativi e giuridici attraverso i quali il nostro Paese ha dato applicazione alla Convenzione e ai Protocolli, le attività intraprese per fornire informazioni e per diffondere il contenuto dei due documenti e le diverse iniziative bilaterali e multilaterali di cooperazione internazionale realizzate dall'Italia in questo contesto.

Per la compilazione del rapporto, il Comitato interministeriale dei diritti umani, che opera presso il Ministero degli affari esteri, ha istituito uno speciale gruppo di lavoro per coordinare l'apporto dei seguenti dipartimenti: Ufficio del primo ministro - in particolare i dipartimenti per le Politiche per la famiglia e per le Pari opportunità - il Ministero dell'interno, il Ministero della giustizia, il Ministero della difesa, il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, il Ministero della pubblica istruzione, l'Istituto nazionale di statistica, il Comando generale dell'Arma dei carabinieri, il Comitato italiano per l'Unicef e altre amministrazioni.

Nell'elaborazione del rapporto, il Centro nazionale di documentazione e analisi per l'infanzia e l'adolescenza ha acquisito un ruolo centrale, raccogliendo tutti i materiali delle amministrazioni centrali e locali.

Scarica il Rapporto

Pss 2022

 

pss2022

 Prospettive Sociali e Sanitarie

Campagna Abbonamenti 2022