Oggi incontro con il ministro Ferrero

"Una vera conferenza governativa entro un anno, per una nuova legge sulle droghe"

Documento del Cartello nazionale "Non incarcerate il nostro crescere"

ROMA – Il Cartello nazionale "Non incarcerate il nostro crescere" - a cui aderiscono decine di organizzazioni nazionali dei servizi pubblici e privati delle dipendenze, associazioni, organismi di volontariato, sindacati, operatori della giustizia - incontrerà oggi il ministro della Solidarietà sociale Paolo Ferrero. L'appuntamento si terrà alle ore 17.00 presso la sede del ministero in via Fornovo a Roma.

In tale occasione il Cartello presenterà le proprie proposte, raccolte nel documento intitolato "Una vera conferenza governativa entro un anno, per una nuova politica sulle droghe" ( Visualizza il testo completo del documento è in allegato alla presente email). Le principali richieste che il Cartello esporrà al ministro sono: * cancellare o almeno urgentemente congelare gli effetti più devastanti della legge Fini-Giovanardi; * celebrazione entro un anno di una "vera" Conferenza governativa sulle Tossicodipendenze, che metta le basi per una nuova legge sulle droghe; * costituzione, in tempi brevi, di un nuovo Comitato scientifico e di una Consulta realmente rappresentativa del sistema di intervento italiano; * un finanziamento al sistema di intervento pari all'1,5-2% del Fondo sanitario nazionale; * incardinare eventuali percorsi di sperimentazioni in capo alle Regioni all’interno di linee di indirizzo basate su evidenze scientifiche, che prevedano percorsi temporalmente definiti e scientificamente monitorati (nuovi trattamenti per cocainomani, nuovi modelli trattamentali e di comunità leggere, un serio monitoraggio delle varie somministrazioni controllate di sostitutivi, luoghi di autoiniezione, ecc).

Roma, 20 giugno 2006

Info: Mariano Bottaccio – Responsabile Ufficio stampa Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA)

Tel. 0644292379/44230403 – Fax 0644117455 – Cell. 3292928070 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.