nienteregali-banner
Tredici anni fa, oltre un milione di cittadini firmarono la petizione che chiedeva al Parlamento di approvare la legge per l'uso sociale dei beni confiscati alle mafie. Un appello raccolto da tutte le forze politiche, che votarono all'unanimità le legge 109/96. Si coronava, così, il sogno di chi, a cominciare da Pio La Torre, aveva pagato con la propria vita l'impegno per sottrarre ai clan le ricchezze accumulate illegalmente.

Oggi quell 'impegno rischia di essere tradito. Un emendamento introdotto in Senato alla legge finanziaria, infatti, prevede la vendita dei beni confiscati che non si riescono a destinare entro tre o sei mesi. E' facile immaginare, grazie alle note capacità delle organizzazioni mafiose di mascherare la loro presenza, chi si farà avanti per comprare ville, case e terreni appartenuti ai boss e che rappresentavano altrettanti simboli del loro potere, costruito con la violenza, il sangue, i soprusi, fino all'intervento dello Stato.

La vendita di quei beni significherà una cosa soltanto: che lo Stato si arrende di fronte alle difficoltà del loro pieno ed effettivo riutilizzo sociale, come prevede la legge. E il ritorno di quei beni nelle disponibilità dei clan a cui erano stati sottratti, grazie al lavoro delle forze dell'ordine e della magistratura, avrà un effetto dirompente sulla stessa credibilità delle istituzioni.

Per queste ragioni chiediamo al governo e al Parlamento di ripensarci e di ritirare l'emendamento sulla vendita dei beni confiscati.
Si rafforzi, piuttosto, l'azione di chi indaga per individuare le ricchezze dei clan. S'introducano norme che facilitano il riutilizzo sociale dei beni e venga data concreta attuazione alla norma che stabilisce la confisca di beni ai corrotti. E vengano destinate innanzitutto ai familiari delle vittime di mafia e ai testimoni di giustizia i soldi e le risorse finanziarie sottratte alle mafie. Ma non vendiamo quei beni confiscati che rappresentano il segno del riscatto di un'Italia civile, onesta e coraggiosa. Perché quei beni sono davvero tutti "cosa nostra"

giornata_infanziaLe ultime vicende sul Piano di Azione per l'infanzia e l'adolescenza sono un aspetto del cambiamento di prospettiva in atto dell'approccio all'infanzia e all'adolescenza che può essere esemplificato riprendendo i titoli/slogan delle Conferenze nazionali sull'infanzia e sull'adolescenza. Le riflessioni di Stefano Ricci - Componente Osservatorio Nazionale Infanzia e Adolescenza

 

Leggi tutto...

logovipstIl Master in Valutazione degli Interventi di Politica Sociale e di Sviluppo Territoriale (VIPST) risponde alle crescenti esigenze professionalizzanti dei quadri dirigenti di organizzazioni pubbliche e private nel campo della programmazione e valutazione di programmi e interventi da loro finanziati.

 

Leggi tutto...

giopaLa Provincia di  Milano rinnova il servizio Giopà  e lo apre a tutti i papà. Il servizio, aperto anche nei weekend, è dedicato ai bambini da 0 a 13 anni ed ai loro papà.

Leggi tutto...

ImageFornazioneInterculturaleLa Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore istituisce per l’anno accademico 2009/2010 la settima edizione del Master universitario di I livello in “Formazione interculturale”.
Leggi tutto...

abruzzo_1Non capivo! Forse non si inizia una riflessione così ma non mi viene in mente un altro modo. Domenica 14 giugno sono andato all'Aquila per il progetto di A77. È stata una esperienza importante, che ha svelato una storia diversa da come ce la raccontano

 

Leggi tutto...

migranti"Non amano l'acqua, molti di loro puzzano perché tengono lo stesso vestito per molte settimane...." Pubblico questo testo  tratto da una relazione dell'Ispettorato per l'Immigrazione del Congresso americano sugli immigrati italiani negli Stati Uniti, Ottobre 1912 ... per non dimenticare che i "punti di vista" cambiano.

Leggi tutto...

terrafutura_logo2Torna, dal 29 al 31 maggio 2009, TERRA FUTURA, la mostra-convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità ambientale, economica e sociale.

 

 

Leggi tutto...

Altri articoli...